#FaiConIMakers, Makers at Work realizza la struttura in legno per l’ufficio - Saint-Gobain Italia - Life Upgrade Skip to content

#FaiConIMakers, Makers at Work realizza la struttura in legno per l’ufficio

Il progetto di Giuseppe Conte di “Makers at Work” per la costruzione di un ufficio all’interno di un capannone comincia a prendere forma. La prima fase, come illustrato in precedenza, prevede la realizzazione di una struttura in legno che verrà successivamente rivestita con pannelli di cartongesso. Il maker e il suo team di costruttori potranno contare su Saint-Gobain Italia, sia per quanto riguarda i materiali necessari sia per la consulenza tecnica.

La posa e il fissaggio delle guide

Il primo step per la realizzazione della struttura portante dell’ufficio/laboratorio consiste nel segnare sulle pareti del capannone e i pavimenti le linee di riferimento per la posa delle guide, dopo aver preso opportunamente le misure. A tale scopo, il team di Giuseppe utilizza un dispositivo dotato di puntatore laser, grazie al quale è possibile proiettare sulle superfici orizzontali e verticali le linee perimetrali della struttura da costruire. Queste vengono poi segnate, materialmente, con del filo per la tracciatura, sia lungo il pavimento sia sulle pareti del capannone, per individuare l’altezza dei pilastri.

Il passaggio successivo prevede il montaggio delle guide che ospiteranno sia l’intelaiatura in legno sia la pannellatura in cartongesso, ossia i profili in metallo a ‘U’ preforati e anticorrosivi e dielettrici (che impediscono la formazione di cariche elettrostatiche). Le guide per la parete principale – lunga circa 7 metri e mezzo – vengono applicate al pavimento per mezzo di un apposito nastro biadesivo, per evitare i cosiddetti ‘ponti termici’, e fissate tramite viti autofilettanti. La stessa operazione viene ripetuta sulle pareti del capannone che verranno rivestite da contropareti per isolare l’interno del nuovo ufficio dal resto della struttura.

Taglio e posa delle travi in legno

Terminato il fissaggio dei profili, Giuseppe e il suo team si dedicano alle travi di legno lamellare (misura 8×14 cm) da utilizzare per la realizzazione della struttura portante dell’ufficio. Rispettando le misure individuate all’inizio, le travi vengono tagliate con la sega circolare e fissate all’interno delle guide, utilizzando delle piastre metalliche a ‘L’, per meglio consolidare l’intera struttura, che prevede una controparete da 5 cm lungo i tre lati che l’ufficio condividerà con il capannone e una parete da 15 cm, dove verranno ricavati l’ingresso e le finestre. Per aggirare l’ostacolo rappresentato da alcuni tubi dell’impianto elettrico, Giuseppe realizza un incavo lungo la costa della trave di sostegno al soffitto da fissare lungo la parete del capannone; gli altri elementi orizzontali continui vengono fatti combaciare alle estremità tramite giunzioni a incastro realizzate appositamente dai builder di “Makers at Work”. Fatto ciò, dopo aver verificato che le assi verticali sono perfettamente ‘in bolla’, la struttura viene ulteriormente consolidata, inserendo nelle travi dei tirafondi da 22 cm.

I prodotti Saint-Gobain utilizzati per realizzare l’intelaiatura

Durante la realizzazione della prima fase del proprio progetto, che ha richiesto un’intera giornata di lavoro, Giuseppe ha potuto contare sull’assistenza di due tecnici Saint-Gobain e su alcuni prodotti del catalogo multimarca del Gruppo. In particolare, il maker ha utilizzato il nastro biadesivo Gyproc, una pratica guaina in polietilene espanso, ideale per l’isolamento degli infissi e la prevenzione del fenomeno dei ponti termici. Un’altra componente strutturale del progetto di “Makers at Work” è rappresentata dalle guide per l’alloggiamento delle travi in legno; a tale scopo, il team di Giuseppe ha adoperato i profili Gyproc Gyprofile, un altro prodotto del catalogo Gyproc. Le guide, da 10 cm, sono dispositivi dielettrici – ossia non producono cariche elettrostatiche –  e antifingerprint, ossia rappresentano una barriera al contatto cutaneo e impediscono l’inalazione degli ossidi che possono essere rilasciati dall’acciaio.

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on google
Google+

Altri articoli

Comfort Acustico

Come ottenere un ottimo isolamento acustico

Rigenerare il corpo ma soprattutto la mente è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico e secondo numerosi studi la possibilità di passare qualche ora,
Leggi l'articolo
qualità dell’aria

Qualità dell’aria in casa: ecco come migliorarla

Quante ore trascorriamo in media all’interno di un ambiente chiuso ogni giorno? Sicuramente la maggior parte del nostro tempo. Tra casa e lavoro sono
Leggi l'articolo