Facciate ventilate: ecco i 6 vantaggi principali - Saint-Gobain Italia - Life Upgrade Skip to content

Quando bellezza e performance sono…di facciata!

Il ruolo della facciata in un edificio è quello di relazionarsi con il contesto e di regolare gli scambi di calore, aria e luce tra l’interno e l’esterno.

Per questo motivo, l’isolamento termico e acustico dipende dalla conformazione delle facciate. Esistono diverse tecnologie per realizzare l’involucro esterno, ciascuna con i suoi pregi e i suoi difetti. Tra queste, una soluzione particolarmente efficiente è quella delle facciate ventilate, che garantiscono ottime performance sia in inverno sia in estate, offrendo molti vantaggi in termini di risparmio energetico, isolamento acustico, protezione della struttura, ma anche di valore architettonico. Come funzionano e quali sono i materiali più adatti per realizzarle

Cosa sono le facciate ventilate e come funzionano

Le facciate ventilate sono un sistema di rivestimento esterno installato a secco, adatto sia per le nuove costruzioni sia per gli interventi di riqualificazione dell’esistente. Una facciata ventilata prevede un’intercapedine tra la parete perimetrale dell’edificio e il rivestimento esterno. Inoltre, in corrispondenza dell’intercapedine, si aggiunge uno strato isolante. Questo sistema basa il suo funzionamento sul movimento d’aria che si innesca all’interno della camera d’aria. Si tratta di un moto convettivo naturale, che dipende dalla differenza di temperatura che si crea tra interno ed esterno dell’intercapedine.

Le facciate ventilate offrono vantaggi sia in estate sia in inverno. Nel funzionamento estivo, l’innalzamento della temperatura dell’aria nell’intercapedine causato dal sole sul rivestimento provoca il cosiddetto “effetto camino”, responsabile di un moto d’aria verso l’alto. In questo modo, la risalita del calore riduce la temperatura sulla parete interna. Invece, nei mesi invernali, quando la radiazione è meno intensa, l’intercapedine mantiene in equilibrio la temperatura interna della parete, riducendo così i problemi legati all’umidità e alla condensa superficiale.

facciate ventilate

I vantaggi delle facciate ventilate

Le prestazioni e la flessibilità architettonica offerte dalle facciate ventilate sono i motivi per cui questa tecnologia è sempre più diffusa nell’architettura contemporanea. Ma i vantaggi di una facciata ventilata sono molteplici, tra cui:

  • risparmio energetico, grazie alla ventilazione dell’intercapedine e all’isolante, che elimina i ponti termici
  • eliminazione dei problemi di condensa superficiale e di umidità
  • manutenzione semplice
  • valore architettonico ed estetico
  • isolamento acustico
  • protezione delle pareti dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi termici.

Come si costruisce una facciata ventilata

La struttura portante dell’edificio, ovvero la parete, è definita supporto. In base alla sua natura, si valutano le prestazioni termiche, acustiche ed estetiche che si vogliono ottenere, e di conseguenza si individuano le componenti più adatte al raggiungimento di tali obiettivi. Nel caso delle facciate ventilate, sulle pareti è posato uno strato isolante continuo, che può essere realizzato con pannelli appositamente studiati.

A seconda della facciata, si utilizzano montanti, correnti e relative staffe, su cui poi viene installato il rivestimento esterno, ad esempio gres porcellanato, pietra e doghe metalliche.

Le soluzioni Saint-Gobain: Gyproc Glasroc® X e Isover X60 VN G3

Oggi, tra i possibili rivestimenti di una facciata ventilata è possibile scegliere anche la nuova tecnologia a secco in lastre Gyproc Glasroc® X, senza giunti a vista, rasata e rifinita con pittura colorata, unitamente al pannello isolante Isover X60 VN G3.

Un sistema unico nel suo genere: permette infatti di unire la possibilità di una finitura tradizionale con i vantaggi di una facciata ventilata, quindi isolata termicamente e acusticamente.

Grazie alle sue caratteristiche tecniche e all’ottimale comportamento al fuoco (si tratta di un pannello incombustibile in Euroclasse A1 di reazione al fuoco), è consigliabile utilizzare il pannello Isover X60 VN G3 nell’intercapedine delle facciate ventilate, indipendentemente dal rivestimento scelto, in modo da realizzare una soluzione in grado di combinare al meglio aspetti prestazionali e di sicurezza.

Tra le soluzioni offerte da Saint-Gobain Italia, Gyproc Glasroc® X rientra tra le più recenti innovazioni tecnologiche, idonea non sono per la realizzazione di facciate ventilate, ma anche di sistemi costruttivi a secco, controsoffitti in aree esterne non esposte e/o con condizioni di umidità severe, oppure come base per le applicazioni nei sistemi a cappotto).

Per richiedere informazioni o metterti in contatto con noi clicca qui!

Condividi su:
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on google
Google+

Altri articoli

Insufflaggio: l’isolamento termo-acustico semplice, veloce ed economico.

L’insufflaggio è una tecnica semplice, versatile e rapida per isolare termicamente e acusticamente le murature perimetrali e i sottotetti non abitabili della casa. Se
Leggi l'articolo
incapsulamento amianto

Eternit mai più! Come neutralizzare l’amianto grazie all’incapsulamento.

L’incapsulamento dell’amianto è una tecnica di bonifica che prevede la stesura di prodotti specifici sulla copertura, senza l’intervento di rimozione. Si presuppone l’utilizzo di
Leggi l'articolo