Il nostro contributo per il Centro di Comunità di Ussita

È stato inaugurato sabato 25 luglio il Centro di Comunità Papa Francesco di Ussita, in provincia di Macerata, donato proprio dal Pontefice e fortemente voluto dall’arcivescovo di Camerino Francesco Massara, per offrire un segnale di speranza alla popolazione dopo i terremoti avvenuti tra il 2016 e il 2017.

La struttura, che svolgerà la funzione di luogo di incontro, si propone come ‘casa comune’ con lo scopo di cementare all’interno della comunità l’unione e la condivisione, per lasciarsi alle spalle le difficoltà di una ricostruzione che fa ancora fatica a decollare.

Saint-Gobain in Italia ha contribuito all’opera con la propria Fondazione Saint-Gobain. È stato inoltre offerto un significativo contributo economico e pratico di materiali per l’innovativo sistema costruttivo brevettato XYLIVING, che rispecchia appieno la missione del Gruppo: progettare, produrre e distribuire materiali per la sicurezza e il comfort abitativo di ciascuno di noi e il futuro di tutti. Le soluzioni Saint-Gobain sono infatti pensate per costruire edifici più efficienti dal punto di vista energetico, ridurre i consumi e le emissioni inquinanti, il tutto nel rispetto dell’ambiente grazie ad una strategia che si fonda prevalentemente sull’innovazione tecnologica e nell’utilizzo efficiente delle risorse naturali.

Non da ultimo, la Responsabilità Sociale è parte integrante della cultura aziendale, e la Solidarietà tra i principi più importanti.

Per approfondimenti su XYLIVING visita www.saint-gobain.it/xyliving

Per approfondimenti sulla Fondazione Saint-Gobain visita www.saint-gobain.it/gruppo/fondazione-saint-gobain.

Divisori in vetro: come evitare il contagio nei luoghi pubblici

Oggi è fondamentale proteggere la propria salute evitando il rischio di contagio nei luoghi pubblici e privati, come uffici, bar, ristoranti e negozi. Per questo Saint-Gobain, con il marchio Logli Massimo, ha sviluppato dei sistemi divisori in vetro, delle vere e proprie barriere di protezione modulari, funzionali e pronte per l’installazione: MeccanoGlass. Si tratta di un sistema componibile per schermi, pareti divisorie o qualunque altra idea per organizzare il piano di lavoro.

Ma perché scegliere dei divisori in vetro come barriere di protezione?

Il vetro, rispetto ad altri materiali utilizzati per i divisori, ha delle caratteristiche che lo rendono perfetto come barriera antibatterica. Infatti, oltre ad essere assolutamente trasparente:

  • è stabile, grazie al suo peso specifico (2,5 kg/m3)
  • è resistente ai graffi con i normali strumenti di pulizia per i divisori in vetro
  • non ingiallisce, anche se pulito frequentemente
  • è riciclabile al 100%, quindi è un materiale sostenibile (EDP)
  • è elegante e di classe per sempre, in quanto le sue caratteristiche rimangono invariate nel tempo.

Si tratta di divisori in vetro facili da pulire con detergenti classici e con prodotti a base di alcool consigliati per l’igienizzazione delle superfici. In ultimo, ma non meno importante come plus, sono prodotti resistenti al fuoco e non inquinanti poiché il materiale è ignifugo e non emette VOC.

Il dipartimento di Ricerca & Sviluppo del marchio Logli Massimo di Saint-Gobain ha inoltre sviluppato soluzioni per rendere più rapido e semplice il montaggio dei divisori in vetro: il sistema MeccanoGlass, con l’innovativo meccanismo di connessione “Easyclip” per la realizzazione di barriere di protezione facilmente installabili. Grazie anche alla connessione dei profili a 2, 3 o 4 vie, MeccanoGlass è versatile e modulare, oltre a dare la possibilità di integrare facilmente passa documenti e passavoce. È predisposto per montare i prodotti STADIP® 33.1 e STADIP® PROTECT 33.2 a marchio Saint-Gobain Glass, vetri stratificati di sicurezza anti-ferita, che offrono un eccellente livello di sicurezza, in quanto composti da due o più lastre di vetro unite tra loro, tramite un processo di adesione stabile nel tempo.

In caso di rottura, il vetro non rilascia frammenti pericolosi e rimane in opera fino alla sostituzione. Inoltre, non tutti sanno che la SARS-CoV-2 rimane sulle superfici in vetri 4 giorni, a differenza di altri materiali, come ad esempio la plastica (7 giorni).*

Infine, l’acquisto di questi sistemi di protezione consente l’accesso alle agevolazioni fiscali fino al 50%.

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Uniamo all’efficienza anche eleganza di materiali e finiture, minimalismo e dettagli costruttivi. La resa estetica di questi divisori in vetro è perfetta, grazie alla connessione a scomparsa “EasyClip”. La necessità di proteggerci da un possibile rischio di contagio resta una tematica importante nel prossimo futuro e per questo è bene fare delle scelte efficaci e orientarsi su soluzioni professionali.

Proteggiti al meglio, scegli i sistemi Logli Massimo di Saint-Gobain!

* Fonte: Articolo rivista “The Lancet” del 20 aprile 2020